CIRCOLAZIONE DEL CONTANTE – RIDUZIONE LIMITI.

23 giugno 2020

         Il rapporto con l’uso del contante in ITALIA è sempre oggetto di pareri politici discordanti:

- per parte del mondo politico l’uso del contante non è un problema se non quello legato a fatti criminosi ( tangenti, smercio di stupefacenti, ricettazione, usura….. )

   - per un’altra parte, sempre più consistente, è soprattutto un fenomeno legato all’evasione fiscale e una tracciabilità dei pagamenti al 100 % permetterebbe una vera lotta all’evasione.

           Certo che la completa tracciabilità dei pagamenti non avrebbe comunque effetto sui fatti criminosi ( chi gira con una borsa piena di contanti supera sempre ogni limite ).

           Oggi il limite del contante è 3.000,00 ( anzi 2.999,99 ) in quanto un pagamento in contanti per 3.000,00 sarebbe già sanzionato ( sanzione da 3.000 a 50.000 !!!).

         La soglia di 3.000 era stata fissata nel 2016 dal Governo Renzi, aumentandola dai 1.000 euro voluti nel 2001 dal Governo  Monti.

 

Dal 1 luglio il nuovo tetto  dal quale si è già sanzionati è di 2 mila euro (scenderanno a 1.000 dal 1° gennaio 2022).

Ciò significa che fino a 1.999 euro è possibile trasferire denaro in contanti ad un’altra persona, professionista  o a un’azienda.

A partire da 2.000,00 euro per trasferire soldi da una persona ad un'altra è necessario uno strumento tracciabile: bonifico bancario, carta di credito e altro.

Il limite riguarda sia chi riceve il denaro, sia chi effettua il pagamento.

Il limite non si applica per i versamenti e i prelievi eseguiti sul proprio conto corrente bancario.

La sanzione prevista parte da 2.000 euro e  potrà arrivare fino a 50 mila euro per operazione.

        Attenzione ai pagamenti frazionati: se la somma di più pagamenti raggiunge 2.000,00 tali pagamenti possono essere considerati non previsti da contratto, prassi o altro, ma frazionati artificiosamente ( = divisi per aggirare la norma ) la sanzione sarà comunque applicata.

 

Studio Aiassa - Dottori Commercialisti

 

Francesca,  Alessandro,  Gian Carlo  Aiassa   

Archivio news

 

News dello studio

apr6

06/04/2021

CHIUSURA UFFICIO

CHIUSURA UFFICIO

Oggi, mart 6 aprile 2021, l'ufficio di Castelnuovo don Bosco resta chiuso per sanificazione. Per tutta la settimana inoltre non è garantita l'operatività diretta del personale, che lavora

mar24

24/03/2021

SOCIETA’ DI CAPITALI – BILANCI -SCADENZE E OPPORTUNITA’

SOCIETA’ DI CAPITALI – BILANCI -SCADENZE E OPPORTUNITA’

In termini sintetici la presente intende  aggiornare le società per le quali cura i bilanci sui seguenti aspetti: 1                   Scadenze 2 

mar15

15/03/2021

DPCM 15 03 2021 e ORARIO DI APERTURA AL PUBBICO

DPCM 15 03 2021 e ORARIO DI APERTURA AL PUBBICO

A seguito decreto-legge 13 marzo 2021, n. 30 e nuovo D.P.C.M. 15 marzo 2021 lo studio riprende ad adottare rigidamente il seguente:   ORARIO DI APERTURA AL PUBBICO:   LUNEDI’ E MERCOLEDI